Successo per il Congresso Sime che ha visto oltre 3500 presenze

Grande successo per il 40° Congresso nazionale della Società italiana di medicina estetica (Sime) che ha visto oltre 3500 presenze e la partecipazione di più di 150 aziende. Tanti gli argomenti su cui si sono confrontati migliaia di medici che quest'anno hanno partecipato al Congresso della società scientifica: dalle ultime novità in medicina estetica ai progressi della disciplina, dal sostegno ai controlli dei Nas alla collaborazione con CittadinanzAttiva per l’informazione corretta ai pazienti, dall’abuso di filler all’analisi degli errori e alla gestione delle complicanze in medicina estetica. 

...Dall’esperienza nel campo della medicina estetica e grazie agli elevati livelli qualitativi raggiunti nel campo della cosmeceutica, i Teoxane Laboratories hanno lanciato sul mercato RHA topical skin booster, la nuova soluzione skincare per uso professionale, specifica per il trattamento della pelle sensibilizzata dopo le procedure estetiche. RHA topical skin booster è il primo filler topico sterile a base di acido ialuronico crosslinkato RHA capace di aumentare significativamente l’efficacia dei trattamenti ai quali viene associato, rinforzare e rigenerare la barriera cutanea, preservando l’idratazione e favorendo un rapido recupero della pelle di viso collo e décolleté.

Leggi tutto 

Articoli correlati

Per attenuare le rughe profonde

Le più odiate non sono tanto quelle micro, di espressione, bensì quelle profonde, che partono dalle narici e scendono letteralmente verso la bocca.

Protocollo innovativo con Redensity 1 da 3 ml

Quando, circa 15  anni fa,  ho iniziato  a curare la mia pelle anche attraverso la medicina estetica, i primi trattamenti che ho eseguito sono stati la biorivitalizzazione e la tossina botulinica.

E uno dei primi prodotti rivitalizzanti che ho provato,  è stato Redensity 1 della Teoxane. Era uscito da poco e la dottoressa che me lo aveva proposto, me lo aveva indicato come adatto alla mia età alla situazione della mia pelle sinceramente più invecchiata (causa il sole preso in modo scriteriato) e meno curata rispetto ad oggi. All’epoca ero molto inesperta. Ricordo che ero terrorizzata che il prodotto potesse “gonfiarmi”. Lei mi rassicurò e mi disse che avrebbe rivitalizzato la pelle senza cambiare i miei tratti. 

Socialità Covid: per Zoom ci vuole il ritocco, trattamenti di medicina estetica nell'era delle videocall

Quando si utilizzano le piattaforme digitali per riunioni di lavoro, anche il collo è sempre in primo piano mostrando le antiestetiche ‘collane di Venere’. Il trattamento più indicato è la dermoristrutturazione cutanea: si tratta di microiniezioni intradermiche, a base di acido ialuronico e un complesso composto da 8 aminoacidi, 3 antiossidanti, 2 minerali e una vitamina.